I creatori della rivoluzione

Bastano tre o quattro fida’iyyin [persone pronte a sacrificarsi per una causa] in ogni moschea che scandiscano slogan dopo la fine della preghiera. Dipende anche da molti fattori. Ad esempio, nella città costiera di Banyas, gli abitanti sono tutti legati da vincoli familiari, ed è facile distinguere “estranei” o “collaboratori... Continua »
Una rivoluzione non è abbastanza

Una rivoluzione non è abbastanza

Molte persone non credono che, nel mezzo della barbarie con cui il regime sta trattando i siriani, ci possa essere ancora spazio per emozioni diverse dalla rabbia e dal dolore. Eppure ci sono quelli che continuano ad affrontare le armi con le rose. A prima vista, questa sembra essere benevolenza... Continua »

Come è iniziata

Razan Zaitouneh in collegamento telefonico con il programma Democracy Now racconta come sono cominciate le proteste di Daraa. Il sequestro e poi l’ l’uccisione di alcuni bambini che avevano dipinto scritte anti-regime fuori le loro scuole ha fatto scoppiare la rabbia della popolazione contro il governo. Si parla poi dei... Continua »